ColorConsole [Version 1.3.3000]
Microsoft Windows XP [Version 5.1.2600]
(C) Copyright 1985-2001 Microsoft Corp.

C:\WINDOWS>HELP FOR
Esegue il comando specificato per ogni file di un gruppo di file.

FOR %variabile IN (gruppo) DO comando [parametri del comando]

%variabile  Indica un parametro sostituibile composto da una sola
lettera.
(gruppo)    Indica gruppo di uno o più file. Si possono usare
caratteri jolly.
comando     Specifica  il comando da eseguire per ciascun file.
parametri del comando
            Indica i parametri o le opzioni del comando specificato.

Per usare FOR in un programma batch, utilizzare la sintassi %%variabile
anziché %variabile. Le variabili possono essere differenziate
utilizzando
lettere maiuscole e minuscole. Esempio: %i è diversa
da %I.

Se le estensioni ai comandi sono attivate è possibile utilizzare le
seguenti
opzioni per il comando FOR:

FOR /D %variabile IN (gruppo) DO comando [parametri-comando]

   Se gruppo contiene dei caratteri jolly, vengono utilizzati
   nomi di directory invece di nomi di file.

FOR /R [[unità:]percorso] %variabile IN (gruppo) DO comando [parametri-
comando]

   Nella struttura della directory, a partire da [unità:]percorso,
esegue
   l'istruzione FOR in ogni directory della struttura.  Se dopo /R non
viene
   specificato alcun percorso la directory corrente è assunta come
iniziale.
   Se per il parametro gruppo si usa solo un carattere punto
(.)saranno
   elencate le directory nella struttura della directory specificata.

FOR /L %variabile IN (inizio,incremento,fine) DO comando [parametri-
comando]

   Il gruppo è la sequenza dei numeri da inizio a fine con differenza,
tra un
   numero e il successivo, pari a incremento.
   Per esempio: (1,1,5) genererà 1 2 3 4 5 e (5,-1,1) genererà la
sequenza
   (5 4 3 2 1)

FOR /F ["opzioni"] %variabile IN (gruppofile) DO comando [parametri-
comando]
FOR /F ["opzioni"] %variabile IN ("stringa") DO comando [parametri-
comando]
FOR /F ["opzioni"] %variabile IN ("comando") DO comando [parametri-
comando]

   o, se l'opzione usebackq è presente:

FOR /F ["opzioni"] %variabile IN (gruppofile) DO comando [parametri-
comando]
FOR /F ["opzioni"] %variabile IN ("stringa") DO comando [parametri-
comando]
FOR /F ["opzioni"] %variabile IN ("comando") DO comando [parametri-
comando]


   gruppofile contiene uno o più nomi di file. Ciascun file sarà
aperto,
   letto ed elaborato prima di passare al file successivo in
gruppofile.
   L'elaborazione consiste nel leggere il file, suddividerlo nelle
singole
   righe di testo e scomporre ciascuna riga negli eventuali token che
vi sono
   contenuti. Il comando all'interno del ciclo viene dunque richiamato
   utilizzando, come valori delle variabili, le stringhe dei token
trovati. La
   modalità predefinita prevede che /F passi il primo token delimitato
da
   spazi di ogni riga di ogni file. Le righe vuote sono scartate.
   La scomposizione in token può essere modificata specificando il
parametro
   facoltativo "opzioni". Il parametro deve essere una stringa tra
virgolette
   contenente una o più parole chiave che specifichino diversi
parametri per
   la scomposizione in token. Le parole chiave sono:

       eol=c           - specifica il carattere che precede un
commento alla
                         fine di una riga (solo uno)
       skip=n          - specifica il numero di righe all'inizio del
file che
                         devono essere ignorate.
       delims=xxx      - specifica un insieme di delimitatori. Questo
insieme
                         sostituisce i delimitatori predefiniti (spazi
e
                         tabulazioni).
       tokens=x,y,m-n  - specifica quali token appartenenti a una riga
devono
                         essere passati al comando ad ogni iterazione.
                         L'opzione richiede l'utilizzo di nomi di
variabili
                         aggiuntivi. L'espressione m-n indica i token
                         dall'm-esimo all'n-esimo. Se l'ultimo
carattere,
                         nella stringa tokens=, è un asterisco viene
                         allocata una variabile aggiuntiva cui sarà
                         assegnato il testo rimanente dopo
l'assegnazione
                         dell'ultimo token.
       usebackq        - specifica che le nuove modalità sono attive,
                        ove una stringa con apici inversi è eseguita
come
                         un comando e una stringa con apici singoli è
                         una stringa di comando che consente
l'utilizzo del
                         doppio apice per i nomi file in un
                         gruppofile.

   Esempi:

FOR /F "eol=; tokens=2,3* delims=, " %i in (myfile.txt) do @echo %i %j
%k

   analizza ogni riga in miofile.txt, ignorando le righe che
cominciano con
   punto e virgola, passando il secondo e terzo token da ciascuna riga
al
   corpo di for, con i token delimitati da virgole e/o spazi.  Da
notare il riferimento %i
   delle istruzioni del corpo di for di ottenere il secondo token, %j
di ottenere il
   terzo token, e %k di ottenere i token rimanenti dopo il terzo. Per
   i nomi file che contengono spazi, è necessario racchiudere i nomi
file entro
   virgolette.  In questo caso, è anche importante
   utilizzare l'opzione usebackq, altrimenti le virgolette saranno
   interpretate come la definizione di una stringa letterale da
analizzare.

   %i è esplicitamente dichiarato nell'istruzione for e %j e %k
   sono dichiarati per via implicita mediante l'opzione tokens=.  È
possibile specificare
   fino a 26 token mediante la riga tokens=, a condizione che non
causi un
   tentativo di dichiarare una variabile più alta della lettera "z" o
"Z".
   Ricordare che le variabili FOR sono composte da una sola lettera,
seguono la distinzione maiuscole/minuscole, sono globali
e   non è possibile che ve ne siano più di 52 attivi
contemporaneamente.

   È inoltre possibile utilizzare la logica di analisi FOR /F
   trasformando il gruppo di nomi file tra parentesi in una stringa
   utilizzando delle semplici virgolette.  La stringa sarà trattata
come riga di input
   unica da un file, e quindi analizzata.

   Infine, è possibile usare il comando FOR /F per analizzare l'output
di un
   comando trasformando il gruppo di nomi file tra
   parentesi in una stringa con virgolette inverse.  La stringa sarà
trattata come una riga di
   comando passata a un figlio CMD.EXE, l'output è acquisito
   in memoria e analizzato come fosse un file.  Pertanto il seguente
   esempio:

     FOR /F "usebackq delims==" %i IN (`set`) DO @echo %i

   enumera i nomi di variabili nell'ambiente
   corrente.

Sono stati anche migliorati i riferimenti alla avariabile FOR.
YÈ ora possibile utilizzare la seguente sintassi:

   %~I         - espande %I rimuovendo le virgolette (")
   %~fI        - espande %I rendendolo un nome di percorso completo
   %~dI        - espande %I solo a lettera di unità
   %~pI        - espande %I solo a percorso
   %~nI        - espande %I solo a nome file
   %~xI        - espande %I solo a estensione file
   %~sI        - il percorso espanso contiene solo nomi brevi
   %~aI        - espande %I ad attributi file
   %~tI        - espande %I a data/ora file
   %~zI        - espande %I a dimensioni file
   %~$PATH:I   - ricerca nelle directory elencate nella variabile di
                  ambiente PATH ed espande %I al
                  primo nome completo incontrato.
                  Se la variabile di ambiente non è
                  definita o il file non è trovato nella
                  ricerca, questo carattere di modifica espande
                  alla prima stringa vuota

I caratteri di modifica possono essere combinati insieme:

   %~dpI       - espande %I solo a lettera di unità e percorso
   %~nxI       - espande %I solo a nome file e estensione
   %~fsI       - espande %I solo a nome di percorso completo con nomi
brevi
   %~dp$PATH:i - ricerca nelle directory elencate nella variabile di
ambiente PATH                   per %I ed espande ai primi
                  lettera di unità e percorso trovati.
   %~ftzaI     - espande %I a una DIR come riga di output

Negli esempi citati %I e PATH possono essere sostituiti da altri valori
validi.  La sintassi %~ viene terminata con un nome di variabile FOR
valido.
Scegliendo nomi di variabile con caratteri maiuscoli come %I il testo
diventa più leggibile ed
evita confusione con i caratteri di modifica, che non seguono la
distinzione maiuscole/minuscole.



C:\WINDOWS>HELP FORMAT
Formatta un disco per l'utilizzo con Windows XP.

FORMAT unità: [/FS:file-system] [/V:etichetta] [/Q] [/A:dimensione][/C]
FORMAT unità: [/V:etichetta] [/Q] [/F:dimensione]
FORMAT unità: [/V:etichetta] [/Q] [/T:tracce /N:settori]
FORMAT unità: [/V:etichetta] [/Q]
FORMAT volume [/Q]

 volume          Specifica la lettera di unità (seguita da due punti),
                 punto di montaggio o nome volume.
 /FS:filesystem  Specifica il tipo di file system
                 (FAT, FAT32, UDF o NTFS).
 /V:etichetta    Specifica l'etichetta di volume.
 /Q              Esegue una formattazione rapida.
 /C              Solo NTFS: L'impostazione predefinita prevede
                 che i file creati sul nuovo volume siano compressi.
 /X              Forza il volume a essere smontato per primo se
                 necessario. Tutti gli handle del volume aperti
                 non saranno più validi.
 /A:dimensioni   Sostituisce le dimensioni unità di allocazione
                 predefinite. Le impostazioni predefinite sono
                 consigliate per l'utilizzo generale.
                 NTFS supporta 512, 1024, 2048, 4096, 8192, 16K, 32K,
64K.
                 FAT supporta 512, 1024, 2048, 4096, 8192, 16K, 32K,
64K,
                 (128K, 256K per dimensioni settore > 512 byte).
                 FAT32 supporta 512, 1024, 2048, 4096, 8192, 16K, 32K,
64K,
                 (128K, 256K per dimensioni settore > 512 byte).

                 Da notare  che i file system FAT e FAT32 impongono le
                 seguenti restrizioni sul numero di cluster su un
volume:

                 FAT: numero di cluster <= 65526
                 FAT32: 65526 < numero di cluster < 4177918

                 L'operazione di formattazione sarà immediatamente
                 interrotta se non è possibile rispettare i requisiti
                 indicati utilizzando le dimensioni cluster
specificate.

                 La compressione NTFS non è supportata per dimensioni
                 di unità allocazione superiori a 4096.
 /F:dimensioni   Specifica le dimensioni del disco floppy da
                 formattare (1,44)
 /T:tracce       Specifica il numero di tracce per faccia del disco.
 /N:settori      Specifica il numero di settori per traccia.



C:\WINDOWS>HELP FTYPE
Visualizza o modifica i tipi di file utilizzati nelle associazioni
delle estensioni di file

FTYPE [TipoFile[=[apreStringaComando]]]

 TipoFile  Specifica il tipo di file da esaminare o modificare
 apreStringaComando Specifica il comando di apertura da utilizzare
all'avvio dei file
                   di questo tipo.

Digitare FTYPE senza parametri per visualizzare i tipi di file correnti
che
hanno stringhe di comando di apertura definite.  FTYPE viene richiamato
con un tipo di
file e visualizza la stringa di comando di apertura corrente per quel
file.
Non specificando opzioni per la stringa di comando di apertura, il
comando FTYPE
eliminerà la stringa per il tipo di file in oggetto.  All'interno di
una stringa di
comando di apertura %0 o %1 sono sostituiti con il nome del file
avviato attraverso l'associazione.  %* riceve tutti i parametri e %2
riceve il primo parametro, %3 il secondo, ecc.  %~n riceve tutti i
parametri
rimanenti che cominciano con il parametro n, dove n è compreso tra 2
e 9.  Per esempio:

   ASSOC .pl=PerlScript
   FTYPE PerlScript=perl.exe %1 %*

consentirebbe di richiamare uno script Perl come segue:

   script.pl 1 2 3

Se si desidera non dover digitare il tipo di estensione, effettuare le
seguenti
operazioni:

   impostare PATHEXT=.pl;%PATHEXT%

e lo script potrebbe essere richiamato nel modo seguente:

   script 1 2 3




GOTO : HELP GOTO



 


... Home  
... Impressum
... ColorConsole

... CMD
... Netsh-XP
... Netsh-7
... Netsh-Vista
... Powershell









Download the Windows 7 Starter, Home (Basic Premium), Professional und Ultimate!

... facebook.de
0.046
Was ist eine Funktion?  / Export favorites from Google Chrome, for example for a guest account?  / In Windows 7, specific applications or programs always run as administrator, or start!  / Start navigation click sound in Windows 10 (Enable, Explorer)?  / Button für Neue Tab, alle Tabs bis auf aktuelles Schließen, alle Tabs Schließen und aktuelles Tab Schließen?  / Wie kann ich in Windows 7 die Bildschirmfrequenz einstellen/ändern?  / Show My-Computer and Control Panel on Desktop in Windows 10?  / How can i portable files are opened using programs from that same location?  / Hilfe, meine Programme werden von Windows geschlossen?  / Download Packprogramme fürs Komprimieren, Entkomprimieren, Dekomprimieren!  / Where is the Quick Launch for the Windows 10 Taskbar, how to enable?  / Ändern des Start-Verzeichnisses im Windows 10 MS-Explorer (Arbeitsplatz, Computer)!  /