ColorConsole [Version 1.3.3000]
Microsoft Windows XP [Version 5.1.2600]
(C) Copyright 1985-2001 Microsoft Corp.

C:\WINDOWS>HELP CMD
Avvia una nuova istanza dell'interprete dei comandi di Windows XP

CMD [/A | /U] [/Q] [/D] [/E:ON | /E:OFF] [/F:ON | /F:OFF] [/V:ON |
/V:OFF]
   [[/S] [/C | /K] stringa]

/C      Esegue il comando specificato dalla stringa, quindi termina
/K      Esegue il comando specificato dalla stringa e rimane
/S      Modifica il trattamento della stringa dopo /C o /K (vedere di
seguito)
/Q      Disattiva echo
/D      Disabilita l'esecuzione di comandi AutoRun dal registro (vedere
di
       seguito)
/A      Rende l'output di comandi interni per pipe o file in formato
ANSI
/U      Rende l'output di comandi interni per pipe o file in formato
       Unicode
/T:fg   Imposta i colori primo piano/sfondo (vedere  COLOR /? per
ulteriori
       informazioni)
/E:ON   Abilita estensioni ai comandi (vedere di seguito)
/E:OFF  Disabilita estensioni ai comandi (vedere di seguito)
/F:ON   Abilita caratteri di completamento nome directory e file
(vedere di
       seguito)
/F:OFF  Disabilita caratteri di completamento nome directory e file
(vedere di
       seguito)
/V:ON   Abilita l'espansione ritardata delle variabili di ambiente
utilizzando
       ! come delimitatore. Per esempio, /V:ON consente a !var! di
espandere
       la variabile var al momento dell'esecuzione. La sintassi var
espande
       le variabili al momento dell'input, che è abbastanza differente
       all'interno di un loop FOR.
/V:OFF  Disabilita l'espansione ritardata dell'ambiente.

Ricordare che comandi multipli separati da separatori "&&"
sono accettati per le stringhe se circoscritti da virgolette.  Inoltre,
per ragioni di incompatibilità, /X è analogo a /E:ON, /Y è analogo a
/E:OFF e /R
è analogo a /C.  Le altre opzioni sono ignorate.

Se è specificato /C o /K, la parte restante della riga di comando dopo
l'opzione viene elaborata come una riga di comando, in cui viene usata
la seguente logica per elaborare le virgolette ("):

   1.  Se sono soddisfatte tutte le seguenti condizioni, le virgolette
       nella riga di comando vengono conservate:

       - senza opzione  /S
       - esattamente due caratteri di virgolette
       - senza caratteri speciali tra due caratteri di virgolette,
         dove per speciali si intende uno tra: &<>()@^|
       - sono presenti uno o più spazi vuoti tra
         le due virgolette
       - la stringa tra i due caratteri di virgolette è il nome di
         un file eseguibile.

   2.  Altrimenti, si osserva se il primo carattere è un carattere di
       virgolette e, in tal caso, si eliminerà il primo carattere e
       l'ultimo carattere di virgolette nella riga di comando,
conservando
       il testo che segue l'ultimo carattere di virgolette.

Se /D NON è stato specificato sulla riga di comando, all'avvio di
CMD.EXE,
viene effettuata la ricerca delle seguenti variabili di registro
REG_SZ/REG_EXPAND_SZ, e se
una o entrambe sono presenti, vengono eseguite per prime.

   HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command Processor\AutoRun

       e/o

   HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command Processor\AutoRun

Le estensioni ai comandi sono abilitate per impostazioni predefinite.  
È possibile disabilitare
le estensioni per una particolare invocazione utilizzando l'opzione
/E:OFF.  È
possibile abilitare o disabilitare le estensioni per tutte le chiamate
di CMD.EXE su un
computer e/o per la sessione di accesso utente impostando uno o
entrambi dei
i seguenti velori REG_DWORD nel registro tramite REGEDT32.EXE:

   HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command
Processor\EnableExtensions

       e/o

   HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command
Processor\EnableExtensions

a 0x1 o 0x0.  Le impostazioni specifiche per l'utente hanno precedenza
sulle impostazioni
del computer.  Le opzioni della riga di comando hanno precedenza sulle
impostazioni
di registro.

Le estensioni ai comandi riguardano modifiche e/o aggiunte ai seguenti
comandi:

   DEL o ERASE
   COLOR
   CD o CHDIR
   MD o MKDIR
   PROMPT
   PUSHD
   POPD
   SET
   SETLOCAL
   ENDLOCAL
   IF
   FOR
   CALL
   SHIFT
   GOTO
   START (include inoltre modifiche alla chiamata di comandi esterni)
   ASSOC
   FTYPE

Per avere ulteriori informazioni, digitare nome comando /? per
visualizzare le spiegazioni in dettaglio.

L'espansione ritardata delle variabili d'ambiente NON è abilitata per
impostazione predefinita.  È
possibile abilitare o disabilitare tale funzionalità per
una particolare chiamata di CMD.EXE con l'opzione /V:ON o /V:OFF.  È
possibile abilitare o disabilitare il completamento di tutte le
chiamate di CMD.EXE su un
computer e/o sessione di accesso utente impostando uno o entrambi dei
seguenti valori REG_DWORD nel registro utilizzando REGEDT32.EXE:

   HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command
Processor\DelayedExpansion

       e/o

   HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command
Processor\DelayedExpansion

a 0x1 o 0x0.  Le impostazioni specifiche per l'utente hanno precedenza
sulle impostazioni
del computer.  Le opzioni della riga di comando hanno precedenza sulle
impostazioni
di registro.

Se l'espansione ritardata delle variabili di ambiente è abilitata, è
possibile utilizzare
il carattere punto esclamativo per sostituire il valore di una
variabile di ambiente
al momento dell'esecuzione.

Il completamento dei nomi di file e directory NON è abilitato per
impostazione predefinita.  È
possibile abilitare o disabilitare tale funzionalità per
una particolare chiamata di CMD.EXE con l'opzione /F:ON o /F:OFF.  È
possibile abilitare o disabilitare
il completamento per tutte le chiamate di CMD.EXE su un computer e/o
sessione di
accesso utente impostando uno o entrambi dei seguenti valori REG_DWORD
nel
registro utilizzando REGEDT32.EXE:

   HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command
Processor\CompletionChar
   HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Command
Processor\PathCompletionChar

       e/o

   HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command
Processor\CompletionChar
   HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Command
Processor\PathCompletionChar

con il valore esadecimale di un carattere di controllo da utilizzare
per una particolare
funzione (per es., 0x4 è Ctrl-D e 0x6 è Ctrl-F).  Le impostazioni
specifiche per l'utente hanno precedenza sulle impostazioni
del computer.  Le opzioni della riga di comando hanno precedenza sulle
impostazioni
di registro.

Se il completamento è abilitato con l'opzione /F:ON, i due caratteri
di controllo utilizzati sono CTRL+D per il completamento nome directory
e CTRL+F per
il completamento nome file.  Per disabilitare un carattere di
completamento particolare nel
registro, utilizzare il valore per lo spazio (0x20), in quanto non è un
carattere di controllo
valido.

Il completamento viene richiamato digitando uno dei due caratteri di
controllo.  La funzione di completamento prende la stringa di percorso
alla sinistra del cursore, aggiunge un carattere jolly se già non ve ne
sono
e crea un elenco di percorsi che corrispondono.  Quindi, visualizza il
primo percorso corrispondente. Se non sono presenti percorsi
corrispondenti, emette un segnale acustico e lascia così il monitor.
Successivamente, premendo ripetutamente lo stesso carattere di
controllo, si potrà consultare l'elenco
dei percorsi corrispondenti. Premendo il tasto MAIUSC con il carattere
di controllo, ci si potrà spostare lungo l'elenco in direzione inversa.
Se la riga viene modificata in qualche modo e si preme nuovamente il
carattere di controllo, l'elenco salvato in precedenza viene scartato e
ne viene creato
un altro. Lo stesso avviene se si passa dal completamento di nome file
a quello di directory. L'unica differenza tra i due caratteri di
controllo è che il
carattere di completamento file corrisponde a nome file e directory,
mentre il
carattere completamento directory corrisponde solo ai nomi directory.
Se il completamento file viene utilizzato su uno qualsiasi dei comandi
di
directory incorporati (CD, MD o RD), si presuppone il completamento
della
directory.

Il codice di completamento funziona correttamente con nomi di file che
contengono spazi o altri caratteri speciali aggiungendo delle
virgolette alle
estremità del percorsa corrispondente.
Inoltre, se si effettua il backup, quindi si richiama il completamento
all'interno di una riga, il testo alla destra del cursore al momento in
cui il
completamento è stato richiamato, viene scartato.

I caratteri speciali che richiedono virgolette sono:
   
    &()[]{}^=;!'+,`~



C:\WINDOWS>HELP COLOR
Imposta i colori predefiniti per il testo e lo sfondo della console.

COLOR [attr]

 attr        Specifica gli attributi per il colore della finestra di
console

Gli attributi per il colore sono specificati usando DUE cifre
esadecimali:
la prima per lo sfondo, la seconda per il testo. Ciascun valore deve
essere
scelto tra i seguenti:
   0 = Nero           8 = Grigio
   1 = Blu scuro      9 = Blu
   2 = Verde          A = Verde limone
   3 = Verde acqua    B = Azzurro
   4 = Bordeaux       C = Rosso
   5 = Viola          D = Fucsia
   6 = Verde oliva    E = Giallo
   7 = Grigio chiaro  F = Bianco

Se non viene fornito alcun argomento, il comando ripristina i colori
alla
impostazione presente all'avvio di CMD.EXE. Il valore proviene dalla
finestra
di console corrente, dall'opzione /T della riga di comando o dal valore
DefaultColor del Registro di sistema.

Se si tenta di impostare con il comando COLOR il medesimo valore
per lo sfondo e il testo, il valore di ERRORLEVEL viene impostato
a 1.

Esempio: "COLOR fc" imposta testo rosso su sfondo bianco



C:\WINDOWS>HELP COMP
Confronta il contenuto di due file o gruppi di file.

COMP [dati1] [dati2] [/D] [/A] [/L] [/N=numero] [/C] [/OFF[LINE]]

 dati1      Specifica la posizione e il nome del primo file da
confrontare.
 dati2      Specifica la posizione e il nome del secondo file da
confrontare.
 /D         Visualizza le differenze in formato decimale.
 /A         Visualizza le differenze in caratteri ASCII.
 /L         Visualizza i numeri delle righe differenti.
 /N=numero Confronta solo il numero specificato di linee in ogni file.
 /C         Trascura il caso di caratteri ASCII nel confronto dei
file.
 /OFF[LINE] Non ignora i file in cui è impostato l'attributo non in
linea.

Per confrontare gruppi di file, utilizzare caratteri jolly nei
parametri
dati1 e dati2.







 


... Home  
... Impressum
... ColorConsole

... CMD
... Netsh-XP
... Netsh-7
... Netsh-Vista
... Powershell









Download the Windows 7 Starter, Home (Basic Premium), Professional und Ultimate!

... facebook.de
0.077
How to open settings WiFi on my Samsung Galaxy?  / Was ist eine Funktion?  / Export favorites from Google Chrome, for example for a guest account?  / In Windows 7, specific applications or programs always run as administrator, or start!  / Start navigation click sound in Windows 10 (Enable, Explorer)?  / Button für Neue Tab, alle Tabs bis auf aktuelles Schließen, alle Tabs Schließen und aktuelles Tab Schließen?  / Wie kann ich in Windows 7 die Bildschirmfrequenz einstellen/ändern?  / Show My-Computer and Control Panel on Desktop in Windows 10?  / How can i portable files are opened using programs from that same location?  / Hilfe, meine Programme werden von Windows geschlossen?  / Download Packprogramme fürs Komprimieren, Entkomprimieren, Dekomprimieren!  / Where is the Quick Launch for the Windows 10 Taskbar, how to enable?  /